Struffoli

17 luglio

Gli struffoli sono dei dolci tipici del periodo natalizio della cucina napoletana, diffusi anche in altre regioni del Sud Italia con nomi diversi.

Si tratta di un dolce composto da numerose palline di pasta, fritte nell'olio, avvolte nel miele caldo e decorate con confettini o diavolilli e frutta candita. Una vera delizia per grandi e piccini.

Tempo di preparazione: 
30 minuti più il tempo di riposo della pasta (almeno 30 minuti)
Ingredienti per 6-8 persone:
g 400 di farina
g 350 di miele
g 100 di mandorle sbucciate e tritate
g 50 di burro
g 100 di canditi tra arancia cedro e zucca
4 cucchiai di limoncello o rum
6 cucchiai di zucchero
3 uova intere
scorza grattugiata di mezza arancia e di mezzo limone
confettini colorati (diavolilli)
abbondante olio per friggere e sale

Procedimento:
Su una spianatoia setacciate la farina a fontana, fate un incavo al centro e versate il liquore, il burro a pezzetti, le uova, 2 cucchiai di zucchero, le scorze grattugiate del limone e dell'arancia e un pizzico di sale. Impastate bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, formate una palla avvolgetela in un tovagliolo e lasciala riposare per almeno 30 minuti. 
Lavorate nuovamente la pasta e dividetela in palline grandi quanto un'arancia, fate dei bastoncini spessi quanto un dito arrotolandoli sulla spianatoia leggermente infarinata, tagliateli a pezzetti e passateli fra i palmi delle mani per dargli una forma arrotondata, quindi disponeteli su un telo facendo attenzione a non sovrapporli. 
Immergeteli pochi per volta nell'olio bollente e, non appena le palline saranno leggermente dorate, scolatele su carta assorbente da cucina e lasciatele raffreddare. 
In una casseruola fate sciogliere il miele in 4 cucchiai di zucchero, quando sarà di un bel colore ambrato unite le mandorle tritate e le palline fritte, mescolate delicatamente e fate avvolgere di miele le palline, spegnete il fuoco e unite metà canditi e metà confettini sempre mescolando. 
Versate gli struffoli su un piatto e, con le mani bagnate d'acqua o aiutandovi con mezzo limone, dategli la forma di una ciambella con un grosso buco in mezzo, pressandole bene, (può aiutarvi in questa operazione mettere un barattolo di vetro vuoto al centro del piatto disponendo le palline tutto intorno). Con il miele ancora caldo cospargete la superficie con i canditi ed i confettini rimasti, quando il miele si sarà solidificato togliete delicatamente il barattolo di vetro e servite. 
Tradizioni:
Le origini di questa ricetta sono antichissime, venne importata in Italia dai greci già ai tempi della Magna Grecia e nella cucina greca esiste ancora oggi una preparazione molto simile.












Potrebbero Interessarti Anche

0 commenti