Spezzatino con Patate

25 maggio

Lo stufato è un secondo piatto tipico dell'Italia del Nord, conosciuto anche come brasato, quando è tagliato a piccoli pezzi prende il nome di spezzatino.

Lo spezzatino fa parte della categoria delle carni stracotte tipiche della bassa pianura padana ma è ormai un piatto diffuso in tutta Italia anche se può variare, da regione a regione, sopratutto nella scelta della carne e delle verdure. Questa ricetta prevede l'utilizzo di carne di vitello e patate ma esistono un'infinità di varianti.
Tempo di preparazione: 
2 ore 
Ingredienti per 4 persone:
g 600 di bocconcini di vitello o di manzo
g 500 di patate
g 50 di burro
1/2 cipolla 
2 grosse carote
1 costa di sedano 
1 spruzzata di vino bianco
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro (facoltativo)
2 cucchiai di olio d'oliva
2 foglie di alloro
farina, sale e pepe

Procedimento:
In una casseruola fate scaldare a fuoco dolce l'olio e il burro, aggiungete la cipolla ed il sedano tritati, l'alloro ed infine le carote tagliate a cubetti oppure a rondelle sottili.
Fate soffriggere il tutto per qualche minuto e unite i bocconcini di vitello leggermente infarinati, rosolate bene la carne nel soffritto mescolando spesso per evitare che si attacchi al fondo della casseruola, bagnate con il vino e lascialo consumare a fiamma vivace, mescolate nuovamente e coprite a filo la carne con acqua calda, unite il concentrato di pomodoro, mescolate e coprite la casseruola con il coperchio, fate cuocere a fiamma bassa per 1 ora abbondante, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo, se necessario, altra acqua calda.
Nel frattempo spellate, lavate e tagliate le patate a cubetti oppure a spicchi e, quando sarà passata 1 ora di cottura, alzate la fiamma e versatele nella casseruola, mescolate e aggiungete una presa di sale e pepe a piacere, coprite nuovamente con il coperchio e fate cuocere per altri 20-30 minuti. Lo spezzatino sarà pronto quando le patate saranno tenere ma non sfatte.
Spegnete il fuoco, lasciate riposare per 10 minuti e servite lo spezzatino caldo.
E' ottimo accompagnato da fette di pane abbrustolito.

  • Le patate si possono sostituire con piselli, oppure con cipolline spellate e sbollentate.
Tradizioni:
Nel XIX secolo lo stufato costituiva il piatto a base di carne della domenica, generalmente si preparava con il manzo ma si usavano anche tagli di carne più fibrosi come asino o cavallo, la stufatura durava spesso anche 8-10 ore e rendeva morbida e sugosa anche una carne non particolarmente tenera

Potrebbero Interessarti Anche

0 commenti